Bando progetti contro il lavoro irregolare in agricoltura

Con il Decreto del 3 gennaio 2019 del Direttore Generale dell’Immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è stato adottato l’Avviso pubblico n. 1/2019 per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020 – e sul Fondo Sociale Europeo Programma Operativo Nazionale “Inclusione” 2014-2020 Asse 3 indirizzati alla Prevenzione e contrasto del lavoro irregolare e dello sfruttamento nel settore agricolo.

L’Avviso ha una dotazione finanziaria complessiva di 23 milioni di euro, di cui:

  • 8 milioni di euro riservati alle regioni meno sviluppate e in transizione
  • 15 milioni di per le restanti regioni.

Verranno selezionati progetti territoriali finalizzati alla presa in carico delle vittime o potenziali vittime di sfruttamento ed al loro inserimento/reinserimento socio lavorativo. l’avviso è articolato in due lotti distinti:

LOTTI E AZIONI PREVISTE

Lotto 1- FAMI OS2: Integrazione/Migrazione legale – ON2 Integrazione – lettera i-ter

  • Interventi di integrazione socio lavorativa per prevenire e contrastare il caporalato, anche tramite attività di agricoltura sociale, per mantenere condizioni di regolarità lavorativa
  • Regioni: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria, Val d’Aosta, Veneto, PA di Trento e PA di Bolzano

Lotto 2-FSE Asse 3 – Priorità di Investimento 9i – Obiettivo Specifico 9.2.3.

  • Azioni di prevenzione e supporto, di integrazione e accompagnamento al lavoro di cittadini di paesi terzi vittime o potenziali vittime di sfruttamento lavorativo Sotto Azione III – Prevenzione e contrasto del lavoro irregolare e dello sfruttamento nel settore agricolo
  • Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia

Le domande devono essere presentate entro le ore 16.00 del 15 aprile 2019, in modalità telematica :

  • attraverso il portale dedicato per le proposte progettuali afferenti al lotto FAMI;
  • tramite invio di Posta Elettronica Certificata all’indirizzo dgimmigrazione.div1@pec.lavoro.gov.it per le proposte progettuali afferenti al lotto FSE-PON.

Tutte le informazioni e i modelli di domanda e di documentazione da allegare relative all’Avviso sono disponibili sulla pagina dedicata del sito del Ministero dell’Interno e sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Comments are closed.