Bollo auto: novità in manovra

Novità in manovra anche sul bollo auto. Il governo, rivela Il Sole 24 Ore, con un emendamento collegato alla legge di Bilancio mira ad introdurre una nuova stretta su chi non ha pagato quanto dovuto.

Il punto è che stando all’ultima relazione del Mef, le sole tasse automobilistiche vengono evase per circa 45 milioni di euro all’anno, somma che negli intenti di Pd e M5s potrebbe essere destinata alla sicurezza per l’edilizia scolastica.

Dunque, per mettere le mani sul tesoretto, è stato introdotto un correttivo ora al vaglio della Ragioneria generale dello Stato e che sarà depositato lunedì 25 novembre in commissione Finanze alla Camera.

Il correttivo prevede che i dati delle tasse automobilistiche vengano integrati e coordinati con gli archivi del sistema informativo del Pra, il Pubblico registro automobilistico, per essere poi resi disponibili a tutte le Regioni e alle Province autonome.

A queste ultime verrà delegato il compito di incrociare in modo simultaneo e sistematico i dati con i propri archivi relativi al bollo auto, per pizzicare a tempo record gli evasori e andare a riscuotere quanto dovuto.

Comments are closed.