Il Cassetto previdenziale di colf e badanti è accessibile anche agli intermediari autorizzati

Si allarga la platea dei soggetti in grado di poter accedere al Cassetto previdenziale del lavoro domestico. Con il Messaggio n. 2749 del 6 luglio 2018, l’INPS ha infatti comunicato che l’accesso è ora garantito non soltanto ai datori di lavoro domestici ma anche a tutti gli intermediari autorizzati (consulenti del lavoro, commercialisti, ecc.). Il servizio è raggiungibile dal sito dell’INPS, previo possesso delle credenziali, nella sezione “Aziende, enti e datori di lavoro”, e successivamente cliccando su “Datori di lavoro domestico” e “Prestazioni e Servizi”.

Gli intermediari, inoltre, potranno accedere alla funzionalità per la comunicazione bidirezionale, ossia potranno interloquire direttamente con l’INPS grazie alla funzione “Comunicazioni”. Il servizio di aggiunge alle sezioni preesistenti:
– Anagrafica e Rapporti di Lavoro;
– Stato Pagamenti;
– Informazioni Utili;
– Servizi per il lavoro domestico.

Cassetto previdenziale lavoro domestico: come funziona
Il 29 dicembre 2017 è stato rilasciato sul sito dell’INPS il nuovo Cassetto Previdenziale del Lavoro Domestico; utile ai fini del miglioramento della comunicazione con il contribuente, sia in termini di efficacia amministrativa sia in termini di efficienza grazie al canale telematico. L’obiettivo primario della nuova funzionalità è quello sicuramente di agevolare i soggetti contribuenti di venire a conoscenza di contenuti negli archivi dell’INPS, fornendo al una situazione riassuntiva delle informazioni inerenti la propria posizione previdenziale.

L’accesso è garantito, previo possesso di credenziali, sotto la voce “Cassetto previdenziale LD” e permette di visualizzare:
– la posizione anagrafica del datore di lavoro, compresi i dati del soggetto delegato;
– la lista dei rapporti di lavoro domestico instaurati dal datore di lavoro e i dati di dettaglio;
– per ogni rapporto di lavoro, il riepilogo di tutti i pagamenti effettuati negli ultimi cinque anni e dei pagamenti ancora da effettuare, con indicazione della data di scadenza.

Cassetto previdenziale colf e badanti: disponibile anche per intermediari
L’accesso al cassetto previdenziale lavoro domestico, come anticipato, è ora garantito anche agli intermediari autorizzati e non solo ai datori di lavoro. Inoltre, gli intermediari potranno servirsi anche della nuova sezione Comunicazioni, dalla quale è possibile inviare specifici quesiti riguardanti il rapporto di lavoro.

In particolare, i quesiti devono fare riferimento alle seguenti fattispecie:
– MAV: non pervenuti-Inesattezze riscontrate-Impossibilità di stampa dal Portale;
– anagrafiche: mancato aggiornamento-variazioni;
– contributi: versati e non risultanti nell’estratto del lavoratore;
– rapporti di lavoro: sospesi in attesa di definizione;
– avviso Bonario/Accertamento: informazioni o modifiche.

Fonte: Lavoroediritti.com
Autore: Daniele Bonaddio

Comments are closed.