Le novità sul lavoro nella conversione del decreto Agosto

Non numerose ma rilevanti le novità contenute nella conversione in legge del decreto Agosto, divenuto legge n. 126 del 13.10.2020 recante misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia, pubblicato ieri in Gazzetta ufficiale n. 253 Supplemento ordinario n. 37 . Le norme sono in vigore da oggi 14 ottobre.

In tema di misure per il lavoro, il finanziamento della Cassa integrazione ordinaria in deroga e Assegno ordinario per altre 18 settimane resta una delle misure di più ampia portata, circa 16 miliardi il costo previsto e non viene modificata ( vedi un riepilogo in Cassa integrazione dopo il Decreto Agosto”). Riconfermate anche le nuove indennità COVID a categorie non tutelate dai precedenti decreti. Vediamo di seguito in estrema sintesi, invece, le principali novità apportate dalla conversione nella sezione dedicata alla tutela dei lavoratori e delle famiglie:

ART. 1 bis – INDENNITÀ PER I LAVORATORI DI AREE DI CRISI INDUSTRIALE COMPLESSA
La legge di conversione amplia l’accesso a indennità pari al trattamento dell’ultima mobilità ordinaria ai lavoratori delle aree di crisi complessa prevista dalla legge n. 145/2018 art. 1 comma 251, per le aree nella Regioni a Statuto speciale e Campania

ART. 8 – DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PROROGA O RINNOVO DI CONTRATTI A TERMINE
In sede di conversione in legge è stato inserito il comma 1 bis in materia di somministrazione di lavoro: diventa possibile impiegare in missione presso lo stesso utilizzatore, per periodi superiori a ventiquattro mesi, anche non continuativi, il medesimo lavoratore somministrato, per il quale l’agenzia di somministrazione abbia comunicato all’utilizzatore l’assunzione a tempo indeterminato, senza che ciò determini in capo all’utilizzatore stesso la costituzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato. La norma ha validità fino al 31 dicembre 2021.

ART. 12-bis – INTERVENTI PER IL PASSAGGIO AL PROFESSIONISMO E L’ALLARGAMENTO DELLE TUTELE NEGLI SPORT FEMMINILI
Il nuovo articolo inserito al Senato istituisce il Fondo per il professionismo negli sport femminili per garatntire paritrattamento agli sportivi dei due sessi
Entro sessanta giorni le federazioni sportive nazionali devono deliberare il passaggio al professionismo sportivo dei campionati femminili, che deve avvenire entro il 31 dicembre 2022. Dopo la delibera l possono presentare la domanda per finanziamenti finalizzati al sostegno al reddito e alla tutela medico-sanitaria delle atlete e allo svolgimento di attività di sanificazione e ristrutturazione degli impianti sportivi, alòla qualifica dei tecnici, e promozione dello sport femminile.

ART. 14 – PROROGA DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI LICENZIAMENTI COLLETTIVI E INDIVIDUALI PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO
Si riconferma la proroga del blocco ai licenziamenti economici fino al 31 dicembre 2020, ma solo per le aziende che utilizzano la cassa integrazione ex art. 1 di questo decreto e quelle che l’hanno utilizzata e optano per il nuovo esonero contributivo ex art 3 . In sede di conversione il Senato ha soppresso il comma 4, che prevedeva la possibilità di revoca di procedure di licenziamento già avviate e /o concluse, senza oneri per i datori di lavoro purché facessero richiesta contestualmente di cassa integrazione.

ART. 21-bis – LAVORO AGILE E CONGEDO STRAORDINARIO GENITORI PER QUARANTENA DEI FIGLI
Inserito nella conversione in legge del decreto, l’articolo prevede la soppressione del DL 111 sul riavvio delle attività scolastiche e il contestuale recepimento nella legge. In particolare, per il periodo tra il 9 settembre e il 31 dicembre 2020 vengono previste due misure alternative per permettere l’assistenza ai figli conviventi, minori di 14 anni dei lavoratori dipendenti. In caso di quarantena disposta dalla ASL a seguito di contatti verificatisi all’interno del plesso scolastico o anche (non comprese nel decreto 111) durante attività sportive, lezioni musicali e linguistiche :

  • i genitori possono svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile per tutto o parte del periodo della quarantena del figlio;
  • nel caso in cui il lavoro la modalità agile non sia possibile e comunque in alternativa , uno dei genitori, alternativamente all’altro, può astenersi dal lavoro per tutto o parte del periodo corrispondente, con indennità del 50% della retribuzione.

ART. 21-ter – LAVORO AGILE PER GENITORI CON FIGLI DISABILI
Ampliato fino al 30 giugno 2021, il diritto allo smart working per i genitori lavoratori dipendenti privati che hanno almeno un figlio in condizioni di disabilità grave riconosciuta ai sensi della legge 5 febbraio 1992 n. 104, a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore non lavoratore e che l’attività lavorativa non richieda necessariamente la presenza fisica; anche in assenza degli accordi individuali.

ART. 26 e 26 bis – SORVEGLIANZA ATTIVA IN QUARANTENA
Per i lavoratori fragili (in condizioni di rischio per disabilità o altre patologie) resta confermata fino al 15 ottobre la possibilità nei casi di assenza per quarantena o isolamento fiduciario di godere del trattamento di malattia equiparata al ricovero ospedaliero .Inoltre fino al 31.12.2020 lo smart working sarà la modalità ordinaria di svolgimento delle attività grazie anche all’adibizione a diverse mansioni o ad attività di formazione.

ART . 27 AGEVOLAZIONE CONTRIBUTIVA PER L’OCCUPAZIONE IN AREE SVANTAGGIATE (SUD) E PREPENSIONAMENTO POLIGRAFICI
La conversione in legge corregge il decreto eliminando l’Umbria dalle regioni destinatarie dello sgravio contributiva totale. Inoltre si prolunga idi 60 giorni dalla ldata della legge l termine per la richiesta di prepensionamento agevolato ai lavoratori poligrafici.

ART. 33-BIS DEFINIZIONE DELLE FUNZIONI DEGLI EDUCATORI SOCIO PEDAGOGICI NEI PRESIDI SOCIO SANITARI
Questo nuovo articolo introdotto al Senato prevede entro un mese un decreto dei ministeri competenti che stabilisca il ruolo e le funzioni proprie della figura professionale dell’educatore socio-pedagogico.

Comments are closed.