Le regole sul green pass per i guariti da Covid-19

Secondo le risposte pubblicate sul sito del governo per chiarire i dubbi dei cittadini in merito alla emissione del green pass, si riportano le regole valide per l’emissione del certificato:

  • nei casi di guarigione da covid 19 (da meno di 6 mesi)
  • nei casi di covid 19 dopo la prima dose di vaccino e successiva guarigione
  • nei casi di vaccinazione dopo la malattia da covid 19

Ricordiamo che il 16 settembre il CdM ha approvato un DL contenente novità sul green pass (scarica qui il testo) e il 15 settembre è stato approvato in via definitiva dal Senato il ddl di conversione, con modificazioni, del decreto-legge del 23.07.2021 n. 105 (Decreto Green Pass), recante misure urgenti per l’emergenza da Covid-19 e la sicurezza delle attività sociali ed economiche, sull’approvazione del quale il Governo aveva posto la questione di fiducia.

Quando si riceve il green pass a seguito di guarigione da covid?
Il certificato di guarigione deve essere trasmesso a livello centrale, il medico curante o l’ASL che ha emesso la certificazione di fine isolamento dovranno infatti inserire i dati nel Sistema Tessera Sanitaria. Solamente dopo tale inserimento il Ministero della Salute potrà generare in automatico la Certificazione verde Covid-19 che avrà una validità di 180 giorni (6 mesi) dal primo tampone molecolare positivo. Inoltre, se si è fatto la vaccinazione entro 12 mesi dopo la guarigione, si riceverà in automatico anche una Certificazione per completamento del ciclo vaccinale.

Attenzione va prestata al fatto che solo alcune Regioni hanno trasmesso alla Piattaforma nazionale-DGC i dati delle guarigioni per l’emissione automatica delle Certificazioni verdi per guarigione. Chi non ha ricevuto un SMS o email con l’AUTHCODE e non la trova in APP IO o accedendo con SPID dal sito www.dgc.gov.it deve rivolgersi al medico di famiglia o alla Asl perché inseriscano i dati nel sistema. La Certificazione verde COVID-19 per guarigione verrà rilasciata dopo qualche minuto.

Covid dopo la prima dose di vaccino, come si ottiene il green pass?
Chi ha contratto il Covid-19, dopo la somministrazione della prima dose di un vaccino che ne prevede due, riceverà la Certificazione verde Covid-19 di vaccinazione completata (1 di 1) se l’infezione Covid-19 è avvenuta oltre il quattordicesimo giorno dalla somministrazione della prima dose di vaccino (fa fede la data del primo test molecolare positivo) e hai già avuto un green pass di guarigione.

Per chi ha contratto il Covid-19 entro quattordici giorni dalla somministrazione della prima dose di vaccino, è indicato il completamento della schedula vaccinale con una seconda dose da effettuare entro sei mesi (180 giorni) dall’infezione (data del primo test molecolare positivo) e quindi riceverà il green pass di ciclo completato (2/2) dopo aver effettuato la seconda dose.

Vaccino dopo aver avuto il covid, quando si ottiene il green pass?
Tutti coloro che dopo l’infezione COVID-19 hanno fatto una dose di vaccino entro l’anno dall’esordio della malattia (cioè dalla data del tampone molecolare positivo) riceveranno una nuova Certificazione valida per 12 mesi dalla data di somministrazione della prima dose di vaccino. La nuova Certificazione è in sostituzione di quella eventualmente già ricevuta con indicazione a completare il ciclo vaccinale con una seconda dose.

In accordo, inoltre, con il parere del CTS del 16 luglio 2021, l’intervallo di validità della vaccinazione nei guariti è stato esteso fino a un anno (non più tra i 90 e i 180 giorni dall’esordio).

Comments are closed.