Pensione anticipata quota 100, la proposta

enac_04-04-15È stata depositata in Commissione Lavoro il 10 marzo 2015, la proposta di legge che intende introdurre il pensionamento, a quota 100 a partire dal 1° gennaio 2016. In Italia le regole previdenziali sono complicate e oggetto di frequenti modifiche.

La proposta di legge presentata in Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati consiste al ritorno alle quote (quota 100) come la vecchia legge, con le regole in vigore fino al 31-12-2011. Se fosse approvata darebbe il diritto all’accesso alla pensione per tutti i lavoratori che, sommando gli anni di età e la contribuzione versata arrivano a 100, come da esempio: per accedere alla pensione ci vogliono 62 anni di età e 38 anni di contributi, 63 anni di età e 37 anni di contributi, 64 anni di età e 36 anni di contributi. Se la proposta verrà approvata si potrebbe andare in pensione a decorrere dal 1° gennaio 2016, fino al 31 dicembre 2021, e senza nessuna riduzione dell’importo.

Al provvedimento saranno interessati tutti i lavoratori dipendenti e autonomi iscritti alla previdenza pubblica e che maturano i requisiti tra il 1° gennaio 2016 ed il 31 Dicembre 2021. Gli autonomi andranno in pensione con 1 anno in più di età o di contribuzione.

La data in cui si matura il diritto alla pensione e quella in cui sarà effettivamente possibile accedervi.

Vai alla proposta di legge

Comments are closed.