Pensioni: possibile sospensione a marzo. Ecco chi rischia

Alcune pensioni potrebbero incorrere nella sospensione nel mese di marzo. Ma chi rischia?

Alcuni titolari di pensione potrebbero vedersi sospendere l’assegno nel mese di marzo per non aver presentato il tradizionale modello RED entro la scadenza prevista. Il modello RED, conosciuto anche come dichiarazione dei redditi dei pensionati, lo devono presentare i titolari di pensione che ricevono prestazioni collegate al reddito. INPS deve pertanto verificare i requisiti reddituali e quindi se chi riceve la pensione ha ancora diritto alla prestazione.

Ricordiamo che a marzo sulle pensioni opera anche un taglio riferito alla tassazione dovuta e per qualcuno anche al conguaglio. La scadenza per la presentazione della dichiarazione per alcune pensioni è quella del 1° marzo 2021.

Pensioni: ridotte a febbraio e per altre tre mensilità. Ecco per chi
In tema di pensioni c’è chi rischia a breve la sospensione pertanto è necessario affrettarsi e presentare il modello RED entro la scadenza prevista del 1° marzo. Non tutte le pensioni tuttavia sono a rischio. Vediamo allora chi sono coloro che devono adempiere alla presentazione della dichiarazione e le quali pensioni quindi sono a rischio sospensione.

A essere interessati sono i titolari di prestazioni assistenziali come pensioni di invalidità o assegno sociale. Non solo devono adempiere entro il termine stabilito del 1° marzo anche coloro che prendono pensioni collegate ad agevolazioni quali, a titolo di esempio:

pensioni di reversibilità;
assegni al nucleo familiare;
maggiorazione sociale;
quattordicesima.

Chi percepisce la pensione, e rientra nelle fattispecie sopra elencate, deve necessariamente inviare la dichiarazione dei redditi entro il 1° marzo 2021 dal momento che INPS deve verificare se il titolare delle prestazioni abbia ancora i requisiti per riceverle. Non sono interessati dalla sospensione della pensione, e quindi dalla presentazione del modello RED, coloro che presentano il 730 o REDDITI PF e non possiedono redditi rilevanti ai fini della prestazione.

Il modello RED spetta invece a:

  • chi presenta il 730 o il modello REDDITI PF e possiede altri redditi;
  • chi è titolare di pensioni estere o di reddito da lavoro autonomo;
  • chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi.

Ricordiamo che i titolari di pensione che vogliono evitare la sospensione possono recarsi in un CAF o patronato per ottemperare all’obbligo di verifica imposto da INPS. In ogni caso il modulo del modello RED è disponibile online.

Pensioni: occhio anche alla sospensione di febbraio
Le pensioni sono oggetto anche di un’altra sospensione e che potrebbe interessare il mese di febbraio. Stiamo parlando di una pensione particolare ovvero quella di cittadinanza. Al pari del reddito di cittadinanza i titolari della pensione che non hanno presentato l’ISEE 2021 aggiornato entro il 31 gennaio 2021 avranno la sospensione del pagamento della pensione nel mese di febbraio. Per le pensioni di cittadinanza sospese tuttavia il blocco verrà meno non appena si procede alla presentazione dell’ISEE. Per chi lo ha fatto a febbraio la pensione verrà pagata nuovamente a marzo.

Fonte: Money.it

Comments are closed.