A chi si rivolge il Bonus da 150 euro nel DL Aiuti ter

Previdenza - 19 Set 2022

Il Consiglio dei ministri ha approvato venerdì 16 settembre 2022 il nuovo decreto “Aiuti TER” per il sostegno a famiglie e imprese contro il caro bollette e per la realizzazione del PNRR con una dotazione complessiva di 14 miliardi. Dalla bozza del testo in discussione che attende ora la pubblicazione in Gazzetta è emersa una importante novità: un nuovo bonus da 150 euro esente IRPEF sulla falsariga di quello da 200 euro già in corso di erogazione.

A chi si rivolge

Sarà destinato come il precedente a lavoratori dipendenti, pensionati e lavoratori autonomi, lavoratori a termine dello spettacolo, collaboratori sportivi, lavoratori domestici, ecc. Questa volta il limite di reddito è più basso: è fissato a 20mila euro annui di retribuzione imponibile, 1538 euro mensili. Sono inclusi anche gli incapienti.

Beneficiari e modalità di pagamento

I beneficiari sono circa 22 milioni. Le modalità di pagamento del bonus 150 euro saranno le stesse già utilizzate in precedenza, secondo la bozza diffusa.

Attenzione

Per gli autonomi l’importo va ad aggiungersi a quello del precedente da 200 euro, per i quali si è ancora in attesa della pubblicazione del decreto attuativo. Quindi

  • gli iscritti a gestione artigiani e commercianti
  • iscritti alla gestione separata INPS
  • iscritti alla gestione agricoltura
  • professionisti iscritti alle casse private
  • se in possesso anche di questo ulteriore requisito riceveranno in un unica soluzione 350 euro. Per approfondire vedi anche 200 euro professionisti decreto approvato

La notizia è contenuta nella bozza di decreto entrata in Consiglio dei ministri che pero è ancora in completa e, si ricorda, non definitiva.