Assegno unico: il calendario Inps nel mese di settembre

Normativa - 8 Set 2022

L’Inps non ha comunicato quando avverranno i pagamenti dell’Assegno unico, ma orientativamente anche a settembre 2022 l’accredito sarà corrisposto tra la seconda e la terza settimana del mese. Questo il calendario:

Pagamento per la mensilità di settembre

  • E’ previsto a partire dal 16 settembre 2022, se le domande sono state inviate nei mesi di gennaio e febbraio 2022 (a partire dal 1° gennaio);
  • Se invece le domande sono state inoltrate dal 1° marzo 2022, il pagamento dell’Assegno Unico partirà dalla fine del mese successivo a quello di presentazione delle stesse.

Bonetti: assegno unico per 4 mln famiglie vantaggio 2.000 euro

Ad oggi 6 milioni di famiglie ricevono l’assegno unico. Di queste 4 milioni hanno un vantaggio netto annuale di 1.500-2.000 euro rispetto a prima». Lo ha detto la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti a Morning news su Canale 5.

Assegno unico: chiarimenti Inps su domande stranieri

Oltre al permesso di soggiorno di lungo periodo, il titolo di apolide o rifugiato e gli altri titoli per fare domanda per l’assegno unico per i figli già indicati nella prima circolare di spiegazione ‘Inps con un messaggio dà ulteriori chiarimenti sui titoli che dovrebbero avere gli extracomunitari per ottenere il sostegno alla famiglia. Si ha diritto all’assegno con: un contratto di lavoro subordinato o di lavoro stagionale di durata almeno semestrale; permesso per assistenza minori ; Protezione speciale ( laddove sussistano pericoli di persecuzione o tortura in caso di rientro nel Paese di origine); Casi speciali (rilasciato a soggetti nei cui confronti siano state accertate situazioni di violenza o di grave sfruttamento).

Non sono inclusi nella platea dei beneficiari

I titolari dei permessi:

  • in attesa occupazione;
  • tirocinio e formazione professionale;
  • studio;
  • studenti, tirocinanti e alunni Residenza elettiva;
  • visite, affari, turismo.

Ai fini della gestione delle istanze di riesame presentate dagli interessati in seguito a una domanda respinta per la scadenza del titolo, può essere ritenuta valida – spiega l’Inps – la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno, poiché gli effetti dei diritti esercitati nelle more del procedimento di rinnovo cessano solo in caso di mancato rinnovo, revoca o annullamento del permesso in questione.