Bozza riforma ammortizzatori sociali, più tutele ad autonomi

Uno strumento “ad hoc” per i lavoratori dello spettacolo e più tutele per precari e anche autonomi, in attesa di valutare il funzionamento del nuovo Iscro, una sorta di Cassa integrazione per i lavoratori indipendenti, per deciderne un’eventuale stabilizzazione. Sono alcune delle novità della bozza di riforma degli ammortizzatori che il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha inviato alle parti sociali.

Tra le misure, l’accesso al programma Gol (Garanzia occupabilità per i lavoratori) per chi chiude la partita Iva, più giorni di malattia in caso di patologie gravi, o oncologiche, più tutele per la maternità, oltre all’estensione dell’equo compenso a tutti i bandi e le selezioni della Pubblica amministrazione legati al Pnrr (Piano nazionale ripresa e resilienza).

Comments are closed.