Il punto su Reddito di cittadinanza, bonus assunzioni e Quota 102

Previdenza - 2 Nov 2022

In vista della nuova legge di bilancio, il Governo Meloni sta ragionando sulla revisione delle misure per il sostegno dei lavoratori e dei pensionati. Reddito di cittadinanza, Bonus assunzioni e Quota 102 sono, in base alle ultime dichiarazioni, gli interventi prioritari. Le misure economiche saranno discusse dal ministro del Lavoro e dalle parti sociali già venerdì prossimo.

Reddito di cittadinanza

La maggioranza è decisa a una sostanziale revisione del Reddito di cittadinanza. Il sostegno economico quasi sicuramente verrà negato ai cosiddetti “occupabili” cioè a coloro che possono lavorare cosa che porterebbe ad un risparmio di almeno 1 miliardo di euro. Tale risparmio, secondo il ministro Salvini, dovrebbe venire utilizzato per la conferma di Quota 102, in scadenza a dicembre. Altre indiscrezioni ecocano la possibilità di un nuovo bonus una tantum da 150 euro per lavoratori disoccupati e pensionati sotto una certa soglia di euro.

Bonus assunzioni

Nel programma elettorale di Fratelli d’Italia era presente una proposta di agevolazione fiscale per le attività ad alta densità di lavoro (a chi assume di più rispetto al passato) cui ha fatto cenno la presidente Meloni e per il quale sono in corso le valutazioni dettagliate del costi al Ministero dell’Economia. Il bonus consiste in una deduzione del 120% del costo del lavoro incrementale rispetto al massimo livello raggiunto nel triennio precedente. La deduzione arriva al 150% in caso di assunzione di categorie svantaggiate.

Quota 101, 102 o 103?

La partita in materia di pensioni è uno dei punti piu caldi per il governo nella cui maggioranza ci sono posizioni abbastanza diversificate. Il fine condiviso da tutti è di evitare con la fine di Quota 102 a dicembre 2022 il ritorno senza gradualità alle regole della legge Fornero. Sempre ci sia l’intenzione di investire per questo al massimo 2 miliardi e sembrano certe:

  • la proroga di Opzione donna (vedi Opzione donna regole 2022);
  • la proroga dell’Ape sociale (per i dettagli vedi APE Sociale cos’è come funziona).

Per la generalità dei lavoratori invece la lega continua a spingere per una nuova forma di Quota 102 che potrebbe prevedere :

  • requisito minimo di 41 anni di contributi e 61 anni di età;
  • un taglio all’importo;
  • un innalzamento della possibilità di anticipo con Quota 103 (41 anni di contributi e 62 di età oppure 63 anni e 40 di contributi).